Doppio guasto al RAID 5 e tutti i dati del paziente sono andati persi

Lo scenario

Un produttore italiano di dispositivi medici ha riscontrato un guasto simultaneo di due dischi rigidi in un sistema RAID5, perdendo file altamente sensibili che erano urgentemente necessari.

Senza accesso ai dati mancanti, l'azienda ha dovuto affrontare potenziali azioni legali da parte dei propri clienti. Sapendo che il ripristino dei dati sul RAID 5 non poteva essere completato con successo senza un esperto, il cliente ha contattato Ontrack per assistenza.

Due dischi rigidi in un sistema SAN EMC NX4 basato su un array di dischi rigidi RAID 5 si sono guastati contemporaneamente, provocando un'incongruenza dei file di sistema.

L'azienda ha deciso di risolvere questa situazione installando due nuovi dischi rigidi nel sistema. Il loro reparto IT sapeva come configurare il sistema RAID, ma durante la preparazione del ripristino dei dati ha notato che mancava il backup di diverse unità SAN. Anche in casi come questo, è ancora possibile ripristinare lo stato di configurazione più recente del sistema, ma solo se i quattro file di configurazione più importanti sono accessibili. Sfortunatamente, l'azienda aveva installato il sistema internamente e non aveva mai salvato o memorizzato i rispettivi file di configurazione. Inoltre, non aveva utilizzato i servizi di supporto del produttore, quindi anche EMC non poteva fornire nessun aiuto.

Dati importanti dei pazienti, come le scansioni MRI archiviate per gli ospedali, sono diventati inaccessibili.

La soluzione

Il cliente ha inviato tutti i dischi a Ontrack per intervenire sul danno meccanico, visualizzare i dati e quindi creare una copia 1: 1 del contenuto sui propri server.

C'erano un totale di 43 LUN sui 48 dischi rigidi. Fortunatamente, il cliente è stato in grado di nominare le due LUN che contenevano i dati importanti del paziente in modo che potessero essere cercati accuratamente per i frammenti di entrambe le LUN, nonché i collegamenti ai file all'interno delle tabelle del sistema.

La ricerca è stata condotta utilizzando gli strumenti proprietari di Ontrack combinati con la ricerca manuale dai nostri ingegneri di recupero dati.

► Più di tre milioni di file DICOM, file di immagine di scansioni MRI, potrebbero essere salvati dai due LUN critici.

Il risultato

La prima LUN conteneva 1,46 milioni di file e la seconda LUN 1,78 milioni di file. Trovare e rimontare i frammenti non è stato facile. In ciascuno dei due volumi è stato necessario investire quattordici giorni di esperienza di recupero dati estremamente complessa. Lo sforzo è stato ripagato per il produttore di apparecchiature mediche poiché i dati critici sono stati recuperati consentendo ai pazienti di andare avanti.