Go to Top

Incontriamo Tim Black, Lead Data Engineer Ontrack in APAC

Tim Black - Lead Data Engineer APAC

Da quanto tempo lavora in Ontrack?

Nove anni.

Cosa rende Ontrack differente dai suoi concorrenti?

Ontrack è la perfetta via di mezzo tra un’azienda piccola e una grande. Abbiamo uno straordinario team locale nel nostro ufficio di Brisbane.

Si respira un’atmosfera da piccolo ufficio, possiamo coinvolgere e incontrare i nostri clienti in maniera diretta, oltre a dare loro l’attenzione e il supporto di cui hanno bisogno.

Allo stesso tempo, quando le cose si complicano o quando riceviamo lavori più grandi, abbiamo immediatamente le possibilità e la portata di un’azienda globale con un fantastico team di ingegneri e sviluppatori, pronti a fare qualunque cosa sia necessaria per aiutare i nostri clienti a recuperare i propri dati.

Cosa vede nel futuro del data recovery?

Sempre più dati si stanno spostando nel cloud e noi intravediamo già le sfide di questo cambiamento.

In alcuni casi, i nostri clienti non sono consapevoli del fatto che le loro informazioni sono archiviate nel cloud piuttosto che sui loro dispositivi!

Penso che in futuro la maggior parte delle nostre attività di computing e storage sarà gestita su hardware centralizzato e su sistemi di tipo cloud. In teoria, dovrebbero essere più affidabili, ma questo potrebbe anche rendere più complesso il data recovery. Un lavoro adatto a noi.

Quali sono le tendenze del mercato?

Il cambiamento più significativo che stiamo osservando è la transizione dagli HDD tradizionali a rotazione agli SSD.

Anche se si è verificata un’esplosione di popolarità della crittografia dei dispositivi, quest’ultima ha certamente la sua importanza e in questi giorni chiunque si preoccupa della propria privacy.
Tuttavia, se non si presta attenzione, la conseguenza potrebbe essere la perdita di accesso ai propri dati.

Perché ritiene che Ontrack sia un ottimo luogo di lavoro?

In qualità di ingegnere e matematico, questo lavoro è una sfida costante. Lavoro qui da nove anni, ma c’è ancora e sempre qualcosa di nuovo da studiare. Ogni giorno presenta nuove sfide e questo mi tiene impegnato.

A livello più personale, invece, non si tratta di questioni di vita o di morte, ma chiunque si rivolga a noi per avere aiuto si trova in una brutta situazione e nella maggior parte dei casi, noi possiamo aiutare queste persone.

Mi piace fare un lavoro che abbia un risultato così tangibile, aiutare le persone a uscire da una situazione di difficoltà. Non è faticoso andare al lavoro tutti i giorni quando puoi fare la differenza nella vita delle persone.

Qual è il suo film preferito?

Fight Club

Il suo cibo preferito?

Sono sempre alla ricerca della grigliata all’americana… hamburger, costine, ecc. Molti locali in Australia preparano delle buone versioni di questo tipo di piatti.

I suoi hobby?

Al di là del lavoro, cerco di stare più lontano possibile dai computer.

Al momento sto ristrutturando un cottage pre-bellico a Brisbane e, quando non sono occupato con quello, mi piace uscire a fare delle esplorazioni o del trekking con il mio cane Ransom.

Ho anche un certo interesse nella fotografia e mi piace fotografare l’interno degli edifici abbandonati. Mi piace l’idea di catturare la bellezza di ciò che accade alla nostre creazioni quando gli esseri umani non fanno più parte del quadro e la natura riprende il sopravvento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *