Go to Top

Qual è il metodo migliore per cancellare ogni tipologia di storage?

Metodi cancellazione sicura dei dati

Quando si tratta di proteggere le informazioni elettroniche più importanti, è fondamentale adottare policy per la conservazione e la cancellazione sicura dei dati. Poiché le aziende producono volumi di dati sempre più grossi, è ora più che mai importante introdurre anche la cancellazione nei processi di data management.

I media di storage sono molti e diversi tra loro: quale soluzione è più adatta ad ogni specifico dispositivo?

Hard disk

Molte persone pensano che se un hard disk smette di funzionare o subisce un danno fisico i dati memorizzati non possano più essere recuperati. Questo NON è vero. I dati potrebbero essere infatti ancora disponibili e ripristinabili.

Quando elimini un file da un hard disk, il drive identifica quel contenuto come “eliminato” ma non effettivamente cancellato. Fino a quando non viene sovrascritto, il file può essere ancora recuperato tramite dei software di data recovery

Per assicurarti che i file memorizzati vengano cancellati in modo sicuro e definitivo puoi utilizzare i software di cancellazione sicura o il degausser. La scelta della soluzione dipende da diverse variabili:

  • velocità di esecuzione del processo
  • funzionamento o meno dell’hard disk
  • possibile riutilizzo dei device a seguito della cancellazione

Ontrack offre soluzioni software e hardware certificate che permettono di cancellare gli hard disk in modo sicuro e definitivo.

SSD

Molti professionisti IT pensano che cancellare un SSD sia semplice e veloce. Questo processo, però, nasconde delle difficoltà. Uno studio recente ha dimostrato che i metodi di cancellazione convenzionali, come la formattazione, non rimuovono completamente i dati dagli SSD. Per le aziende che devono rispettare alti standard di sicurezza questi metodi convenzionali NON sono quindi adatti.

Per assicurarti che i dati vengano cancellati in modo sicuro Ontrack propone soluzioni software e shredder per SSD.

Tape e nastri magnetici

I tape sono ancora oggi la soluzione ideale per lo storage a lungo termine dei dati. Quando si conservano i tape per 10/20/30 anni c’è il rischio che possano subire dei danni che rendono i dati inaccessibili. In questo caso sarebbe quindi necessario effettuare la migrazione dei dati su nuovi tape. I dati devono essere conservati per uno specifico periodo di tempo al termine del quale la cancellazione dei tape non è solo un’esigenza aziendale ma anche legale. In entrambe queste situazioni le aziende devono quindi distruggere i dati in modo sicuro. Nel caso dei tape la soluzione più adatta è il degausser: in questo modo i nastri vengono demagnetizzati e non saranno più riutilizzabili.

Smartphone

Le imprese che utilizzano smartphone aziendali, devono adottare soluzioni che certifichino che i dati sono stati cancellati in modo sicuro e definitivo. In questo caso, quindi, la soluzione più adatta è quella software.

La cancellazione dei dati è anche una richiesta legale

L’adozione di soluzioni di cancellazione sicura dei dati non è solo una buona prassi per le aziende. Infatti, come riportato nella nostra recente intervista a Gianluca Lombardi, GDPR Specialist – D.P.O. – Consulente Privacy e sicurezza informatica, questo processo è richiesto dalla legge. Il Nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati (GDPR) stabilisce che i dati devono essere conservati per il tempo strettamente necessario per erogare il servizio/prodotto al termine del quale devono essere cancellati. Le sanzioni possono arrivare fino a 20.000.000,00 di euro.

Adottare le corrette soluzioni di cancellazione permette quindi non solo di garantire la sicurezza dei propri dati ma anche di essere conformi a quanto richiesto a livello normativo.
Per maggiori informazioni sul tema della cancellazione sicura e sulle soluzioni disponibili puoi visitare il nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *