Go to Top

È ora di fare le pulizie di primavera! Sì, anche per computer portatili e desktop

pulizia pc

Lasciata alle spalle la fredda stagione invernale, è arrivato finalmente il momento di dare il benvenuto alla primavera: da qualche settimana il sole è tornato a fare capolino fra le nuvole, i prati si riempiono di fiori e gli uccellini tornano a cantare! Dopo tutti questi mesi chiusi in casa, chi di noi non ha voglia di un po’ di aria fresca? E mentre ce ne stavamo chiusi con tè caldo e coperta, quante cose abbiamo accumulato? Non solo nelle stanze della nostra casa o in ufficio, ma anche all’interno di computer e portatili! È arrivato il momento di fare pulizia, eliminare il superfluo e dare spazio alle novità.L’idea di fare un po’ di pulizia anche nel nostro computer dopo il lungo utilizzo invernale è un ottimo proposito, non solo per guadagnare nuovo spazio sul disco, ma anche per ragioni di sicurezza dei dati: eliminare software non utilizzati, applicazioni o servizi online, modificare le password e le credenziali vecchie, liberarsi di tutti quei dati di cui non abbiamo più bisogno, ci aiuta a prevenire eventuali attacchi hacker ma anche a metterci al riparo da possibili furti dell’identità digitale.

Tutti (o quasi?) sanno perfettamente cosa fare quando si tratta di pulire la propria casa… ma quali passi è fondamentale seguire per pulire i computer o dispositivi elettronici? Ecco alcuni suggerimenti:

1.Eliminate i software inutili

La cancellazione dei software e dei dati non necessari non solo vi restituisce spazio in archivio in modo immediato e assolutamente gratuito, ma rende il vostro dispositivo anche più veloce. In particolare, quel software che avete installato una volta con l’esecuzione automatica, è il motivo per cui il vostro computer è così lento all’avvio. Quindi verificate nella configurazione di Windows quali software vengono avviati in automatico all’accensione ed eliminateli. La stessa operazione può essere effettuata con i sistemi operativi OS di Apple.

Dopo aver eliminato i collegamenti, dovete eliminare anche il programma o l’applicazione stessa. In un sistema Windows dovete semplicemente selezionare sotto “Preferenze” l’elemento “Software” e scegliere i programmi di cui volete sbarazzarvi. Potrebbe volerci parecchio tempo, dato che è necessario ripetere questa operazione per ogni singolo software.

2. Eliminate i file di sistema non necessari

Ci sono due tipi di file che potrebbero avervi fatto compagnia durante le vostre lunghe serate invernali: quelli che avete realmente scaricato o quelli che vi siete ritrovati sul sistema perché avete navigato in Internet senza un’adeguata protezione.

Il secondo tipo di file potrebbe essere costituito da file di programma scaricati, come i controlli Active X o le applet Java. Molto probabilmente questi sono archiviati nella cartella dei download dei programmi e occupano una grande quantità di spazio. Tuttavia, possono essere identificati dal tool per la pulizia del disco integrato nel vostro sistema operativo.

In Windows 10, si tratta di una funzionalità nascosta in “Impostazioni”. Scegliete l’opzione relativa allo storage, selezionate il PC e il disco rigido. Quindi selezionate l’opzione relativa ai file temporanei e poi quella relativa alla loro cancellazione.

Utilizzate questo strumento per cancellare i file di programma scaricati, i file Internet temporanei, i file log di setup e molto altro ancora. Una volta terminata questa operazione, potete comunque verificare le cartelle di sistema alla ricerca di altri file.

Ma fate attenzione: dovete essere sicuri di cosa state cancellando. Se non lo siete, non fatelo! Alcuni file .dll, per esempio, sono necessari perché il sistema operativo funzioni correttamente. Cancellando alcuni di questi file, il sistema operativo potrebbe non avviarsi o non funzionare correttamente e aggiungerli di nuovo manualmente sarebbe un’operazione complicata.

3. Eliminate i dati inutili

La maggior parte dei dati di cui potete sbarazzarvi sono i file che avete scaricato o creato voi stessi: filmati, file audio, documenti Word, file Excel e molto altro. Se siete disordinati, utilizzate la funzionalità di ricerca di Windows o Mac OS Finder per cercare questi file in base alla loro estensione. In questo modo vengono elencati tutti i file .mp3, .avi, .docx e .doc, che potranno essere spostati per sempre nel cestino senza problemi.

Come già abbiamo spesso detto in precedenza, eliminare i file semplicemente spostandoli nel cestino (e poi “svuotarlo” definitivamente) non è un metodo sicuro di cancellazione dei dati. In questo modo, infatti, state distruggendo solamente il collegamento a quei file sul dispositivo di archiviazione. Se volete cancellare i dati per sempre, per esempio se pulite il dispositivo per venderlo, dovete utilizzare un software professionale per la cancellazione dei dati, come quelli forniti da Ontrack e Blancco, che sovrascrive una o più volte i vecchi dati con un algoritmo speciale. Solo dopo questa operazione potete essere sicuri che non ci siano davvero più vostri dati archiviati sul dispositivo di storage all’interno del computer.

4. Pulite la casella di posta

Sia che siate un utente privato, sia che lavoriate come dipendente in un ufficio, siamo sicuri che ogni giorno ricevete un’enorme quantità di e-mail. Anche se il vostro programma di posta elettronica smista la posta indesiderata, rimane sicuramente molto materiale da cancellare per sempre. Ancora una volta, ricordate che spostare semplicemente le email nel cestino non significa averle eliminate definitivamente. Occorre almeno svuotare il cestino della posta elettronica

5. Pulite il browser web

Come abbiamo evidenziato nei vari post relativi ai virus e ai ransomware negli ultimi 2 anni, gli hacker utilizzano (purtroppo) molti metodi differenti per infiltrarsi nei computer e nelle reti. In tutti i casi sfruttano i punti deboli del sistema operativo o di qualche software. L’utilizzo di loophole o backdoor, creati da estensioni, add-in o plugin di un vecchio browser, potrebbe mettere a rischio la sicurezza generale dei vostri dati. Quindi, oltre a cancellare la cronologia del browser, è necessario disinstallare e cancellare in maniera definitiva le estensioni dei vecchi browser.

6. Verificate la vostra identità online, modificate le password o chiudete il vostro account

La pulizia del computer offre l’opportunità di fare un controllo di tutti gli account sui social media o su portali di servizi online, ai quali accedete mediante username e password. In caso non li utilizziate più, assicuratevi di cancellare quante più informazioni potete. Può essere difficile chiudere la vostra pagina Facebook e il vostro account, ma potete farlo. Se non effettuate l’accesso a un servizio online da molto tempo o se non siete certi che la vostra attuale password sia ancora sicura, modificatela. Ricordate di utilizzare password difficili e lunghe che non abbiano senso in alcuna lingua e che contengano almeno 8 caratteri. Una buona password dovrebbe sempre contenere numeri, caratteri normali e caratteri speciali.

7. Aggiornate il sistema operativo e il software

Come sottolineato in precedenza, le backdoor sconosciute all’interno del sistema operativo o del programma software possono portare a perdite di dati o attacchi da virus. Pertanto è necessario aggiornare frequentemente il sistema con patch e aggiornamenti automatici.

8. Verificate le preferenze relative alla protezione del computer e del sistema operativo, del software, del browser e della connessione WLAN

Il sistema operativo, il software, il browser e la connessione WLAN possono costituire una minaccia per la sicurezza dei dati. Occorre pertanto verificare le impostazioni di sicurezza nelle preferenze, in base alle singole esigenze. Se navigate assiduamente in Internet, potreste creare un account utente Windows secondario e separato, senza diritti di amministratore, in modo che i dati importanti non vadano perduti o il sistema non venga hackerato. Un’altra idea è quella di utilizzare due diversi sistemi operativi per utilizzi differenti: un sistema Linux per la navigazione e un sistema Windows per la scrittura e il lavoro. Oppure, si può utilizzare una macchina virtuale per navigare in Internet, ma questo potrebbe causare dei problemi in relazione alla velocità di navigazione e alla connettività. Comunque, vale la pena provare.

9. Effettuate il backup dei dati più importanti

Effettuate un backup dei dati più importanti, in modo tale che, in caso di errore del sistema, non restiate a mani vuote

10. Ultimo consiglio, ma non meno importante: togliete la polvere dal dispositivo!

Può sembrare banale, ma ogni tanto bisogna ricordarsi di pulire lo schermo del computer o la parte esterna del portatile con un panno in microfibra ed eventualmente con prodotti speciali per la pulizia di apparecchiature tecnologiche. Inoltre, verificate periodicamente che non ci sia polvere sulla ventola e sulla torre del desktop. Nel caso ci fosse, cercate di rimuovere la polvere delicatamente.

Questi sono i suggerimenti più importanti per la pulizia del computer. Seguendoli, dovreste guadagnare immediatamente in velocità e ordine: per almeno un paio di mesi il vostro computer dovrebbe funzionare molto più velocemente!

Potete trovare ulteriori informazioni sulle pulizie di primavera di PC o portatili qui:

https://www.cnet.com/how-to/spring-cleaning-tips-to-revive-your-windows-pc/

http://techtalk.currys.co.uk/computing/laptops-desktops-tablets/how-to-make-your-computer-run-faster-with-a-spring-clean/

Copyright immagine

Immagine tratta da www.flickr.com: Clean Keyboard with Air autore Intel Free Press, licenza CC BY 2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *