Go to Top

Sudden death (morte improvvisa): quale può essere la ragione se il vostro sistema Windows non si avvia più?

Ci sono molti casi in cui le persone utilizzano il proprio computer e non sono sicure di cosa fare in seguito. Una volta mio padre stava utilizzando il suo computer laptop per copiare diversi filmati sul tablet, come intrattenimento da portare in vacanza. Tuttavia, mentre stava copiando i file, il suo laptop si è bloccato, visualizzando una schermata blu. Dopo aver spento il computer, Windows 10 non si è più avviato correttamente: il laptop si è avviato, ma il sistema Windows si fermava sempre a un determinato punto. Quindi cosa ha fatto?

Ha cercato di ripristinare il sistema utilizzando il DVD originale di Windows 10 e la relativa licenza. Tuttavia, cercando di ripristinare il sistema dal DVD originale, ha scoperto che non era possibile. Il boot manager di Windows ha visualizzato un messaggio che spiegava che il motivo per cui Windows non poteva essere ripristinato era un cosiddetto errore BCD 0xc00000f. Normalmente questo significa che Windows non trova più i dati di configurazione di avvio del PC. Ciò può essere dovuto al fatto che  si è verificato un errore durante la lettura del file dei dati di configurazione di avvio. Normalmente questo non succede. Tuttavia, in alcuni casi, per esempio se si verifica uno spegnimento improvviso mentre il sistema è in esecuzione, il file Boot Configuration Data (BCD) può essere danneggiato e il sistema non si riavvia. Un altro motivo può essere la recente modifica dell’hardware o del software.

Se sei fortunato, puoi risolvere questo problema utilizzando il DVD di installazione di Windows. Semplicemente, devi caricare il DVD, avviare la configurazione di Windows e quindi, invece di scegliere l’installazione, devi scegliere l’opzione “Ripristina il computer”. Quindi scegli “Risoluzione dei problemi” e “Opzioni avanzate”. A questo punto hai la possibilità di utilizzare il prompt dei comandi. Qui puoi scrivere diversi comandi per verificare e ripristinare il MBR oltre a cancellare e ricostruire il BCD. Il comando per ricostruire il BCD per esempio è bootrec.exe /rebuildbcd.

Tuttavia, nel caso di mio padre questo metodo non ha funzionato. Il sistema ha visualizzato un messaggio che segnalava che non era possibile nemmeno trovare il disco. Dopo aver speso parecchio tempo, ha deciso di aprire il laptop, rimuovere il disco e sostituirlo con un vecchio HDD. Ha quindi collegato il disco SSD con un cavo USB al laptop per vedere se poteva recuperare i file. Ma il disco SSD richiedeva la formattazione. Quindi ha deciso di portarmelo perché potessi darlo ai nostri tecnici.

Ciò che i nostri esperti hanno rapidamente scoperto è che non c’era niente di più che un semplice file BCD corrotto. In effetti anche loro non sono riusciti a leggere facilmente il disco SSD. Hanno dovuto metterlo nella SSD cleanroom per un’ulteriore verifica. Hanno scoperto che la quantità di bit-error all’interno degli storage chip sul disco SSD era talmente elevata che la funzionalità interna di correzione degli errori situata sul controller non poteva più essere di aiuto. Era stato colpito il file di sistema: Windows 10 non trovava il file BDC e non poteva essere avviato. Pertanto qualsiasi tentativo fatto da mio padre per ricostruire il file BDC era stato vano anche a causa di questo errore hardware. Era stato proprio sfortunato: questo problema avrebbe potuto colpire qualsiasi punto degli storage chip e corrompere, per esempio, un file video.

Con altri strumenti più professionali, tuttavia, gli esperti tedeschi di recupero dati di Ontrack sono stati in grado di recuperare tutti i dati del disco SSD. Mio padre ha avuto fortuna: oltre ai video e ai dati di intrattenimento non così importanti, sul disco c’erano anche alcuni recenti documenti fiscali e altri file sensibili, dei quali non era ancora stato fatto il backup.

Ciò che questo caso mostra chiaramente è che ovviamente un utente con esperienza può provare a recuperare i dati perduti o il sistema Windows (10) che ha smesso di funzionare. Tuttavia, è importante sapere esattamente il motivo per cui si è verificato un errore. Se non siete sicuri di quello che fate, dovreste contattare dei professionisti.

Copyright immagine: Ontrack Data Recovery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *