Go to Top

Come pulire lo smartphone

pulire smartphone

Se è vero che la primavera ci sprona più o meno naturalmente a fare entrare nuova aria in casa e rinfrescare le stanze con le famigerate pulizie di primavera, è anche vero che non dovremmo dimenticare di includere in questa utile iniziativa anche gli oggetti di uso quotidiano. I nostri dispositivi elettronici, cellulari, smartphone e tablet, meritano anche loro qualche cura!Smartphone e tablet, infatti, ci accompagnano ogni giorno nella nostra frenetica vita e come ben sappiamo, sono costantemente riempiti di dati che, anche quando non sono più necessari, continuano ad occupare spazio.  Quando la memoria di un dispositivo mobile è piena, non solo non sappiamo più dove salvare dati e foto, ma ci rendiamo anche conto immediatamente che l’apparecchio non sta funzionando al meglio.

In particolare, se siete tra quelli che tengono il proprio dispositivo acceso giorno e notte, ricordatevi una cosa: di tanto in tanto è necessario spegnerecompletamente il vostro smartphone e riavviarlo! In questo modo i dispositivi si riordinano da soli e spesso dopo questa semplice procedura, funzionano meglio e più velocemente.

Al di là di questa premessa fondamentale, dovremmo prenderci più cura del funzionamento interno dei nostri dispositivi di storage. Prima di tutto, dovremmo sempre ricordarci di effettuare il backup: per gli utenti Android, è disponibile il servizio integrato “Android Backup Service”. Per creare un backup criptato del vostro iPhone, con iCloud o iTunes, potete consultare questa pagina di Apple: https://support.apple.com/en-us/HT203977.

Sugli smartphone Android è installata un’app di gestione. Se notate delle app che non avete utilizzato negli ultimi mesi, dovreste disinstallarle: potrete recuperarle rapidamente, se necessario. Alcune app non possono essere disinstallate, ma possono essere disabilitate così da non rallentare più lo smartphone. Gli iPhone aggiornano i dati in background, in modo da essere sempre aggiornati: in particolare i dispositivi più vecchi operano molto più velocemente se vengono disattivati i servizi in background non necessari (Impostazioni >> Generale >> App in background). Gli aggiornamenti, quindi, non sono importanti solo per ragioni di sicurezza, ma anche per aumentare la velocità operativa.

Le fotocamere integrate fanno foto e video fantastici, quindi non è necessario avere una fotocamera digitale separata e più grande. Questo è il motivo per cui molti di noi hanno un gran numero di foto e video sui propri dispositivi, che occupano molta memoria. Alcuni di questi file sono superflui: pensate ad esempio i video già visti (come quelli di gattini inviati con le app di messaggistica). Potete facilmente effettuare il backup dei vostri contenuti importanti con “Google Photos“. Questa app salva automaticamente la cartella predefinita per le snapshot e le registrazioni video nel cloud di Google: se desiderate includere più cartelle, potete farlo nelle impostazioni. Se collegate il vostro dispositivo via cavo al PC, potete utilizzare Esplora Risorse di Windows per navigare nelle cartelle, copiare o cancellare contenuti.

Per i dispositivi iOS, potete avere una visione completa dell’utilizzo della memoria con iTunes, all’interno del quale vedete anche un elenco delle app installate. In “Documenti e Dati”, potete eliminare i contenuti non necessari, come immagini e video. In “Altro” troverete le conversazioni complete, ma anche email e relativi allegati. È comunque meglio che i contenuti importanti siano archiviati in iCloud.

Ci sono poi programmi e app utili per migliorare le prestazioni del vostro dispositivo. Per i telefoni Android, CCleaner è un programma gratuito davvero utile: effettua una ricerca nel sistema e suggerisce cosa eliminare. PhoneClean per iPhone funziona in modo simile: il programma può liberare una grande quantità di memoria, ma deve essere installato sul PC e da lì pulisce lo smartphone. Ci sono altri software e app a pagamento, ma in genere non ottengono risultati migliori.

Chi naviga molto in Internet con il cellulare dovrebbe dare un’occhiata alla cronologia. Anche lì, infatti, sono archiviati molti dati-spazzatura. Per Android, fate clic sui tre puntini nell’angolo in alto a destra, quindi su Impostazioni >> Impostazioni sito >> Memoria. In questo modo possono essere recuperati diversi MB. Lo stesso vale per Safari sull’iPhone. Aprite le impostazioni e fate clic sul sottoelemento “Safari”. Qui troverete “Cancella dati siti web e cronologia”.

Con l’aiuto di questi suggerimenti dovreste aver pulito abbastanza bene il dispositivo e il vostro fedele compagno dovrebbe essere ora anche più veloce. Infine, ricordiamo ancora una volta che spesso un semplice riavvio fa già un piccolo miracolo in uno smartphone pieno zeppo.

Immagine tratta da www.flickr.com: Cleaning Smartphone Touchscreen, autore Intel Free Press, licenza CC BY 2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *